Roma Termini Offesi
reading corale elettronico

download_edited.jpg

Cent'anni dopo la nascita di Pier Paolo Pasolini otto individui vagano per Roma. Una pulsazione ritmica, elettronica e visionaria, impone il loro canto nel balbettio sbattuto dei tram e ne dirige la marcia sincronica verso il lago dei cigni dell’ipermercato. I versi originali di Michelangelo Ricci, accostati a quelli di Pasolini, disegnano la città dell’impero e della caduta, della contemporaneità e delle sue contraddizioni. Un cane, fermo sul ciglio della Prenestina, guarda di qua e di là prima di attra­ver­sare la strada.

scritto e diretto da Michelangelo Ricci